mostra del cinema

28 agosto 2010

Tre e mezzo di notte. Fra due minuti stacco. Domani vado al Lido di Venezia con l’automobile di Daniel piena di valige, mentre lui raggiunge Alberto Fassina che dovrebbe essere già lì con la Vespa. O viceversa. Non ho ben capito.

Forse è Daniel a essere già a Venezia, ed è Alberto, che ha bisogno della Vespa per coordinare i ragazzi del CGS, l’associazione cinematografica salesiana di cui è dirigente, a raggiungerlo. Speriamo non litighino. Del resto anche Daniel è dirigente. Cioè. Voglio dire. Sono dirigente anch’io. O no? No, perché se è no, allora. Rendo? Voglio dire. Non so. Se ne può parlare. Problemi zero… Speriamo non si mettano a discutere con Gioia. Oggi e ieri si arrovellavano intorno a brandine e materassini. Le brandine dovrebbero essere sufficienti. In ogni caso Daniel dovrebbe procurare materassini gonfiabili. Io mi sveglio sulle sette, porto Gioia alla stazione a prendere il treno per Venezia, dove lavora, poi torno a casa, mollo la macchina, controllo le valigie, vado in bagno, prendo il tram raggiungo il capolinea. Lì ad attendermi in automobile, dovrei trovare Alberto, Marco e Luca. O Daniel, Marco e Luca. I genitori di Gioia, mentre Gioia inizierà il trasloco del suo ufficio da Venezia al Lido, partiranno con l’auto come sempre traboccante di vestiti, e la raggiungeranno, credo, dal suo paese, direttamente al Lido. Pian piano, passata la domenica, che probabilmente trascorreremo al mare, inizieranno ad arrivare gli altri inquilini dell’appartamento. Daniel e Alberto, come gli scorsi anni, monteranno le loro tende in salotto. Il Cahier avrà a disposizione il divano o una branda. Le giornaliste occuperanno le stanze. Gli altri, su brande e materassini, fra il corridoio, il salotto e la cucina. E Quìla?, ho domandato. Jose? Eh. Per ora non si è ancora fatto vivo, ha detto Daniel. Ma lo fai pagare? Secondo te? In ogni modo c’è sempre la vasca. Ti ricordi? Ci si era addormentato dentro, un pomeriggio. Dormiva in terrazza. Come si fa a dirgli di no? Non glielo si dice. Un altro anno, eh?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: